“L’essenziale è invisibile agli occhi, si vede bene solo con il cuore” Saint-Exupery

Questo secondo periodo di lock-down è stato un periodo particolarmente duro, che ha portato ulteriori cambiamenti nelle abitudini e in quasi tutto intorno a noi. Per quel che mi riguarda la pratica personale è stata una compagna fedele, ma il calore e il conforto sono arrivati dagli studenti della shala virtuale che con la loro partecipazione mi hanno sostenuta e mi hanno di fatto reso la vita piena. Per questo, appena è stato possibile, ho invitato il mio gruppo ad Acqui Terme. Volevo ringraziare tutti per l’affetto e il supporto ricevuti. Ed è stato emozionante tornare a praticare insieme dopo tutti questi mesi di chiusura.

“ E’ facile trovare bellezza e vera gioia dove il cuore, la fantasia, il coraggio e soprattutto la sincerità del sentire e del fare hanno il sopravvento: poche cose più di un giardino possono far sentire un cuore e il suo palpito.” P. Pejrone 

Ad Acqui Terme passo molta parte del mio tempo in solitudine. La casa dove vivo ha un bellissimo giardino che curo insieme a mio marito e mi piace pensare che in un certo senso ci rappresenti: è forte e robusto e non ha bisogno di troppe attenzioni. Ed è uno dei miei maestri. 

Chi cura o ha la fortuna di frequentare un giardino sa che il giardiniere deve sviluppare l’arte della pazienza. Come nello yoga in giardino non c’è fretta. Il coltivare ha i suoi tempi. Lenti. 

Quanto siamo cambiati in questo anno? Tanto. Basta pensare alla nostra pelle che si rinnova completamente in un mese (in un anno ne perdiamo senza accorgercene circa un 20 chili). Qualcosa muore per essere sostituito. Osservare un giardino rende palpabile il concetto della trasformazione. Abbiamo sotto gli occhi il tempo con le sue fasi. Suggerisce quando è necessario rallentare e andare in letargo. Vivere nell’apparente immobilità. A noi che siamo anestetizzati dal cemento, le stagioni del giardino ricordano che la vita è un ciclo e non segue una linea retta. La primavera segna la ripresa, la rinascita, l’energia vitale non si contiene, e scorre, e trasforma. 

La vita metaforicamente è ripresa anche per noi questa primavera grazie anche agli effetti della vaccinazione di massa che ha reso possibile rivederci, non troppo lontano da Genova, per una giornata di pratica e di relax. E quale posto migliore di un giardino? La quiete rigenerante di Cascina Loreto era quello che ci voleva “per guardare oltre”.

Nonostante il poco preavviso chi è riuscita ad organizzarsi è stata accolta da prati rigogliosi e ben rasati (tutto merito di mio marito) dai carpini e dai tigli pieni zeppi di foglie e da una esplosione di colori. Le peonie in boccio con il loro profumo, i mughetti, i primi boccioli di rose e le iris multicolori in quantità. E anche il meteo ha fatto la sua parte, regalandoci una giornata con sole pallido e poco vento, quando a Genova le nubi erano grigie e minacciose.  

Abbiamo praticato sotto i carpini in sintonia con il fruscio dei rami mossi dal vento, dei cinguettii degli uccellini, dei profumi. Consapevoli di essere corpi energetici in sintonia dell’universo; corpi che si trasformano, che assumono forme talvolta sospese ma sempre connesse tra terra e cielo. La pratica yoga. Rigenerazione, equilibrio, respiro e meditazione.

A scompaginare la “sacralità del momento” ci ha pensato Tan, il mio gatto, che sul finire della sessione si è precipitato tra i tappetini con un topino in bocca, forse credendosi Gaṇeśa.

Il momento conviviale non poteva mancare. Intorno al tavolo da pranzo. Il menù vegetariano, quasi tutto auto-prodotto con ingredienti locali.

Nel menù:

Trofie al pesto (*)

Sfoglia di zucchine tonde

Torta di erbette e ricotta

Torta ripiena di cipolle e zucchine

Formaggetta di capra di Roccaverano

Torta alle mele al profumo di limone

(*) direttamente dal mio pastificio preferito  

One thought on “ Yoga ad Acqui Terme ”

  1. Complimenti Federica, uno scritto magnifico e un luogo incantato dove è facile riprendere contatto con se stesi e la natura. Il gatto relax vale arrivare lì da te. Un abbarccio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...